I 3 punti fondamentali di un’attività di successo

Oggi inizierò a parlarti di quali sono i punti chiave per poter aprire un’attività di successo e quali invece sono gli errori da non commettere.

1) Per poter creare un’attività di successo abbiamo bisogno di PIANIFICARE.

Uno degli errori più gravi che mi capita di notare quando vado in giro per fare delle consulenze è quello di incontrare persone che non hanno una minima idea di quanto possa costargli avviare un’ attività.

Quello che capita più spesso è che le persone prima aprono l’attività e DOPO si rendono conto di tutti i costi che devono sostenere, o magari inizialmente assumono una quantità di dipendenti enorme e poi capiscono in un secondo momento che non riusciranno a pagarli tutti e devono ricorrere ai ripari riducendo gli orari di lavoro oppure in situazioni peggiori licenziando personale e creando situazioni poco piacevoli.

La prima cosa da fare quando si vuole aprire un locale è cercare di capire se l’idea che abbiamo in mente è fattibile nella location che abbiamo scelto.

É inutile voler forzare alcune situazioni perché ci sono posti dove alcune tipologie di locali non andranno mai.

Ricordo ancora la mia prima esperienza lavorativa; facevo il barista in un locale situato in una zona periferica di Bologna non troppo ben frequentata ed io mi ostinavo a voler inserire cocktail elaborati nel menù quando l’articolo più gettonato era l’Heineken in bottiglia da 0,66l.

Ovviamente, seppur i cocktail fossero buoni ed io ci mettessi molta passione in quello che facevo, i miei cocktail non riscossero mai successo.

Purtroppo il detto “ se la montagna non va da Maometto, Maometto va alla montagna” quando si parla di locali non vale proprio un bel niente!

Infatti è fondamentale trovare la location giusta per le nostre idee o viceversa.

Prova ad aprire a New York un ristorante che non prevede la cucina Kosher.. non durerà più di un mese!

Ricordati SEMPRE prima di buttarti sul mercato di capire ciò di cui il mercato ha bisogno.

Molto spesso ci si dimentica di questo e si tende a pensare che il metro di misura del mercato è il nostro gusto personale.

2) Il secondo punto fondamentale per avviare un’attività di successo è quello di circondarsi di PERSONE DI SUCCESSO.

Per me le persone di successo non devono essere per forza famosi barman o grandi manager, ma sono tutte quelle persone che portano POSITIVITA’ al locale, tutte quelle persone piene di creatività o che lavorano nel locale come se fosse loro anche senza che nessuno gliel’abbia chiesto.

Sono tutte quelle persone che hanno il desiderio di crescere e che di conseguenza faranno crescere anche la tua attività.

Attenzione però, perchè dovrai essere bravo a mantenere carichi i tuoi collaboratori e dovrai anche dirigere nei momenti giusti la creatività e la voglia di fare di queste persone per evitare che le forze si disperdano senza riuscire a concretizzare niente.

Si dice che i locali sono fatti dalle persone che ci lavorano all’interno e penso che non ci sia nulla di più vero.E

E’ per questo motivo che ci sono bellissimi locali, magari rifiniti esteticamente coi particolari più eleganti o di tendenza che però lavorano molto meno di locali che in proporzione sono più brutti o in zone meno favorevoli solo perché all’interno chi ci lavora sa trasmettere positività oppure riesce ad incuriosire nel modo giusto la clientela.

Se vuoi costruire un team che metta le ali alla tua attività ricordati questi punti fondamentali quando dovrai assumere i tuoi collaboratori:

  • Assumi sempre persone che siano più preparate di almeno il 50% rispetto al resto del gruppo in modo che possano elevare il livello del team.
  • Forma i tuoi collaboratori in modo che diventino i migliori nel settore di loro competenza e pagali bene così che non gli venga mai in mente di cambiare lavoro.
  • Crea dei gruppi di lavoro composti da poche persone per far sì che la squadra sia affiatata.
  • Delega dando responsabilità ai componenti del gruppo e facendoli sentire una parte importante della tua azienda.


3) Ricorda sempre che chi gestisce qualsiasi tipo di locale, che sia il più rinomato cocktail bar di New York o la piccola caffetteria di famiglia non vende solo prodotti ma vende ESPERIENZE di consumo!

Prova a pensare dove vai a fare colazione la mattina…Quasi sempre non ci si ferma mai nel primo bar sotto casa ma magari fai alcuni chilometri prima di arrivare nel luogo dove consumerai il tuo pasto.

Questo perché ognuno di noi quando entra in un locale si identifica con un particolare ambiente che lo fa sentire a proprio agio, oppure perché il barista di quel posto sa come coccolarci nei primi momenti della giornata che molto spesso sono anche quelli più critici…

O magari perché amiamo alcuni dei prodotti che vengono venduti solo in quel locale.

Insomma, sono svariati i motivi per cui la mattina possiamo scegliere un posto piuttosto che un altro ma la cosa certa è che se entriamo in un qualsiasi locale e non troviamo niente con cui identificarci all’interno probabilmente quella sarà anche l’ultima volta che ci troveremo lì.

Ricapitolando, la prima cosa da fare quando si apre un locale è quella di pianificare!

Per pianificare preventivamente nel miglior modo possibile si utilizza uno strumento chiamato BUSINESS PLAN.

Il business plan è uno strumento molto utile se viene utilizzato nel modo giusto, ed è lo strumento più utilizzato dai Manager di successo quando devono pianificare qualsiasi progetto.

In uno dei prossimi articoli ti spiegherò come preparare un business plan efficiente che ti possa aiutare a valutare meglio se l’azienda che vuoi costruire ha le potenzialità per potersi mantenere oppure per lasciar perdere un’attività che potrebbe essere un fallimento che ti farà solo perdere soldi e tempo.

Per il momento è tutto!

Un abbraccio,

Ricky